Arstriodiroma.it non è più disponibile qui. Prova invece arstriodiroma.com.


La musica classica fa parte della vita di tutti i giorni di ognuno, anche se spesso non ci si rende conto di ciò. Strutture, melodie e - banalmente - idee inventate dai grandi compositori sono dappertutto: dai jingle pubblicitari alle suonerie dei cellulari, dalle canzoni pop alla radio alle esibizioni di virtuosi di generi che apparentemente hanno i piedi ben saldi nel loro genere di appartenenza.

Perciò questo sito aspira a diventare una risorsa dal linguaggio semplice che permetterà di svelare le radici profonde della musica classica e le sue propaggini verso gli altri stili musicali. L'intenzione è di andare al di là dei vecchi luoghi comuni come "Richard Wagner è il vero inventore dell'heavy metal". Queste pagine vogliono gettare luce su personaggi meno noti, o sulle ultime evoluzioni della musica classica, che erroneamente viene considerata dal grande pubblico come "estinta", mentre in realtà è in ottima salute e produce molti lavori di assoluto interesse ogni anno.

Conoscere la musica classica contemporanea: il premio Pulitzer

Per la maggior parte di chi legge, il premio Pulitzer è quel riconoscimento assegnato ogni anno ai migliori giornalisti di lingua inglese. Pochi sanno che fra le categorie dell'award per eccellenza c'è anche la musica classica, che viene omaggiata dal 1943.

Esplorare i vincitori anno dopo anno aiuta senz'altro a familiarizzare con i più famosi compositori del secolo breve, in primis, e quelli in attività in questo primo scorcio del XXI secolo. Fra questi ci sono il "nostro" Gian Carlo Menotti, proprio il fondatore del Festival dei Due Mondi di Spoleto; Aaron Jay Kernis, fra i più importanti compositori minimalisti viventi; Samuel Barber, il cui celeberrimo Adagio per archi ha avuto grandissima fortuna nelle colonne sonore; oppure Charles Ives, considerato il "primo" compositore classico degli USA: tutti nomi che consigliamo di esplorare per avvicinarsi a questo mondo.